CONDIVIDI

Ecobonus 2017,come funziona: la Legge di stabilità 2017 ha confermato anche per l’anno successivo il bonus per la riqualificazione energetica pur apportando qualche novità.

Ecobonus 2017: come funziona

L’Ecobonus 65 è un’agevolazione fiscale riconosciuta per quei contribuenti che sostengono spese e migliorie per riqualificazione energetica della propria casa, edifici condominiali, uffici, negozi o capannoni.

Fino al 31 dicembre 2017 i contribuenti possono usufruire della detrazione Irpef o Ires Ecobonus al 65% e al 50% per il bonus ristrutturazioni edili. La detrazione delle spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, invece, potrebbe essere limitata alle ristrutturazioni iniziate nel 2016 e proseguite nel 2017.

E’ fissata per il 31 dicembre 2017 anche la scadenza per la detrazione delle spese sostenute per gli investimenti sulle parti comuni condominiali.

Oltre a questa data le due detrazioni tornano ad avere l’agevolazione ordinaria.

La notizia della conferma e della proroga delle due detrazioni Irpef per tutto il 2017 è stata ben accolta dai contribuenti, ma anche da chi lavora nel settore dato che i numeri rilevati da ENEA rivelano di migliaia di richieste di detrazioni ecobonus avviate dal 2013 fino ad oggi.

Le novità della Legge di Bilancio 2017

Oltre alla conferma e alla proroga delle detrazioni, la Legge di Bilancio 2017 ha introdotto importanti novità.

  1. Ecobonus 1 gennaio 2017/31 dicembre 2021 per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini e che riguardano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso. In tal caso la detrazione è pari al 70%. In caso di miglioramenti della prestazione energetica e invernale la detrazioni è pari al 75%.
  2. Sisma bonus 2017 1 gennaio/31 dicembre 2017 per le spese sostenute per l’adeguamento antisismico per gli edifici situati in zone 1 e 2. Per le abitazioni e attività produttive spetta una detrazione del 50% su 96 mila euro di spesa massima da dividere in 5 quote annuali di pari importo a partire dall’anno in cui si sono sostenute le spese. Fino al 31 dicembre 2021 si applicherà la stessa detrazione anche per la zona sismica 3. La detrazione sarà del 70% se dai lavori vengono fatte migliorie tali da ridurre il rischio sismico.
  3. Sismabonus condimini 2017: detrazione del 75% in caso i riduzione di una classe di rischio o 85% per riduzione di due classi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO