CONDIVIDI

PERCHE’ LE DONNE HANNO PIU’ DIFFICOLTA’ A DIMAGRIRE RISPETTO AGLI UOMINI ?

Perché esistono alcune differenze tra uomo e donna.

Iniziamo col dire che la donna fisiologicamente presenta circa il 12% di grasso in più rispetto all’uomo ma soprattutto è importante associare alla donna il cosiddetto sembiante ginoide.

Se l’uomo infatti tende ad avere una conformazione di tipo androide che comporta l’eventuale accumulo di grasso nella zona addominale, la donna al contrario è geneticamente predisposta ad accumulare grasso nelle zona corrispondente ai fianchi e nella zona gluteo-femorale.

Questo fattore è fondamentale alla luce di uno studio che dimostra come la mobilizzazione dei grassi addominali sia più facile rispetto a quelli presenti negli adipociti della zona gluteo-femorale.

Il tessuto adiposo gluteo-femorale ha infatti un flusso sanguigno inferiore del 67% e una minore azione della lipasi ormono sensibile dell’ 87%, rispetto al tessuto adiposo addominale.

Una scoperta molto interessante che ci dà una possibile spiegazione sul perché l’uomo sia maggiormente facilitato a smaltire il grasso in eccesso rispetto alla donna.

Inoltre è vero anche per le donne il fatto che durante un percorso di dimagrimento, sia più facile smaltire il grasso presente attorno all’addome, piuttosto che il grasso posizionato presso gli arti inferiori.

Questo perché la loro fisiologia tende a difendere il pool adipocitario sottombelicale con una sorta di barriera ormonale-recettoriale specializzata (minor azione della lipasi ormono-sensibile, maggiore sensibilità all’azione ingrassante degli estrogeni, minore sensibilità all’adrenalina).

Il motivo di questa particolare “resistenza” lipolitica gluteo-femorale è di carattere evolutivo.
Il grasso distribuito tra cosce e glutei ha garantito, nei lunghi periodi di penuria alimentare, un bonus energetico per condurre a termine la gravidanza.
La selezione ha privilegiato la sopravvivenza di chi era portatrice di questo meccanismo di risparmio.
Meccanismo che oggi si è rivoltato contro il mondo moderno e industrializzato.

Dott. Giuseppe Scalercio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here