CONDIVIDI

Donne belle sfortunate in amore secondo uno studio

Le donne belle sarebbero più sfortunate di quelle meno piacenti, secondo un recente studio. E’ merso , infatti , da una ricerca effettuata dal British Journal of Psychology, che le donne più fascinose ed attraenti avrebbero maggiore difficoltà a costruirsi una famiglia rispetto alle donne meno belle. Lo studio ha rivelato che nella visione maschile c’è indubbiamente una tendenza verso le belle donne; sono ammirate, desiderate e ambite. Le donne belle vengono conquistate in modo romantico, anche corteggiate per lungo periodo, ma il tutto si fermerebbe lì.

In un secondo momento, l’uomo che ha conquistato la bellissima preda avrebbe poi difficoltà a portarla all’altare. Il motivo di questo comportamento è presto detto: gli uomini preferiscono al loro fianco donne con caratteristiche più comuni e normali e non vedrebbero in loro la madre dei propri figli. E’ emerso quindi che tantissimi uomini attratti da bellissime donne non sono poi cosi convinti di voler concretizzare e creare una famiglia, questo perchè avrebbero una sensazione di poca stabilità . Alcuni uomini sarebbero governati da specifici standard di bellezza, quando cercano un “romanticismo giovanile” e donne più reali quando è il momento di prendere sul serio le cose. Gli uomini, secondo lo studio, hanno paura di essere infine traditi e solo l’idea spingerebbe loro a scegliere una donna meno appariscente.

Gli uomini casalinghi fanno poco sesso

Secondo una ricerca pubblicata sul New York Times, l’uomo casalingo fa poco l’amore.

Abbiamo molto lottato per la parità dei sessi, aspirando ad ottenere i privilegi di un uomo e facendo in modo che gli uomini si calassero nei nostri panni. In America la differenza tra uomo e donna va sempre più scomparendo, comportando l’avvicinamento dell’uomo alle faccende domestiche: lavare i piatti, spazzare a terra, passare l’aspirapolvere. Questo scambio di ruolo, avrebbe nettamente abbassato il desiderio sessuale. Anche in Italia questo fenomeno sembra verificarsi, infatti la figura dell’uomo casalingo è sempre più in crescita.

Questa parità dei sessi ha portato, così, all’abbassamento della virilità maschile ed al calo del desiderio sessuale. E’ dunque il dover rinunciare all’amore passionale il prezzo da pagare affinché l’uomo diventi complice delle vostre faccende domestiche? Adesso la scelta tocca a voi: meno sesso e più aiuto in casa?

La quotidianità però ci insegna che gli uomini complici delle donne non hanno nulla da invidiare a letto agli uomini che in casa sono solo di passaggio. Che il New York Times abbia fatto di tutta l’erba un fascio?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.