CONDIVIDI

Come evitare lo spreco d’acqua potabile

Una doccia alla settimana per salvaguardare il nostro pianeta. In vista della Giornata mondiale dell’acqua, celebrata il 22 marzo, come deciso dalle Nazioni Unite nel 1993, si torna a discutere sulla possibilità di ridurre il numero delle docce al fine di combattere gli sprechi idrici, aspetto che interessa tutti i Paese sviluppati.

Spesso andiamo vantandoci del nostro stile di vita, issandolo a modello di civiltà, ma andando oltre la superficie è facile incappare in dettagli che dimostrano come la modernità sia spesso sinonimo di spreco e vezzi superflui.

L’igiene personale è uno dei settori su cui si discute da anni in merito ai tentativi di ottimizzare l’utilizzo dell’acqua.

 

Sprechi acqua: Pratesi e McCarty

Già nel 2007, l’allora presidente del WWF Italia Fulco Pratesi aveva parlato di un ritorno al “bagno del sabato”, come si usava fare anni fa, insieme alla riduzione del cambio di indumenti e biancheria, in modo da diminuire i lavaggi in lavatrice.

Le critiche furono numerose, e Pratesi fu persino etichettato come “zozzone”, ma oggi, a dieci anni di distanza, un altro ambientalista, Donnachadh McCarthy, si schiera dalla sua parte.

Negli anni Sessanta, sottolinea McCarthy, il bagno si faceva una volta alla settimana, mentre oggi ci si fa la doccia ogni giorno, impiegando 50-60 litri d’acqua. Ciò significa che se in una famiglia di quattro persone tutti fanno la doccia una volta al giorno, il loro consumo annuo di acqua sarà pari 80 mila litri, che equivale, calcolando l’impiego di energia per avere acqua calda, a emettere 3,5 tonnellate di CO2 all’anno.

“Mi ricordo che venni massacrato e deriso da tutti. Ora vedo che forse non ero quello ‘zozzone’ che mi avevano fatto passare – sottolinea Pratesi, che rilancia – A quasi dieci anni di distanza, dico: altro che una settimana, un bagno ogni dieci giorni è sufficiente.”

L’ambientalista invita a non cadere nella trappola “del culto dell’igiene indotto dall’industria che ci vuole vendere shampoo, deodoranti, balsami e quant’altro. Acqua e sapone sono più che sufficienti. Senza esagerare con l’acqua.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.