CONDIVIDI

Cos’è la sindrome del colon irritabile

La sindrome del colon irritabile consiste nell’alterazione dell’equilibrio intestinale, e nell’infiammazione appunto del colon. I sintomi più frequenti sono: stitichezza o diarrea, gonfiore e dolori addominali.

Chi soffre di questa patologia, non deve preoccuparsi in quanto essa non è legata in alcun modo a patologie più gravi. Per alleviare i sintomi, però si deve fare molta attenzione alla dieta, perché vi sono degli alimenti che possono provocare malessere intestinale. 

Seguire un’alimentazione corretta per alleviare i sintomi

Grazie ad una buona dieta, si possono far regredire i sintomi, donando al paziente una qualità di vita migliore. Ma quali sono dunque gli alimenti che possono essere consumati senza problemi?

Le verdure

Iniziamo a parlare delle verdure; l’ideale sarebbe consumarle cotte. Potete cucinarle in diversi modi come per esempio in padella, al forno o al vapore. 

Se però uno dei vostri sintomi principali della sindrome del colon irritabile è il meteorismo o comunque gas intestinali, evitate di consumare broccoli, cavoli e cavolfiori. 

Le verdure crude invece, specialmente cipolla e sedano sono assolutamente sconsigliate per chi soffre di colon irritabile. 

La frutta

Via libera anche alla frutta, che però deve essere sbucciata. La buccia sia di frutta che di verdura, nonché i semi irritano l’intestino, e causano quindi un peggioramento dei sintomi della sindrome. 

Dovrete però dare particolare attenzione a frutta come l’anguria, il melone e in determinati casi anche alla mela. Questi frutti, causano un po’ di fastidio nei pazienti che soffrono di colon irritabile. 

Le fibre

Anche le fibre possono essere consumate senza problemi, specialmente se uno dei sintomi del colon irritabile è la stitichezza. Infatti consumare più fibre vi aiuterà a sentirvi meglio.

Se invece soffrite di crampi addominali e diarrea, allora i discorso cambia. In presenza di questi 2 sintomi è necessario ridurre l’assunzione di fibre, e soprattutto va evitata la crusca perché ha un’azione irritante sulle pareti dell’intestino. 

I latticini

Si è dimostrato che il latte e i latticini, nei pazienti che soffrono di colon irritabile tendono a peggiorare la situazione. La sintomatologia più frequente nel caso di assunzione di latte o latticini è dolore addominale spesso associato a dissenteria. 

Lo yogurt invece pur essendo un derivato del latte, spesso viene tollerato senza grossi problemi. Questo perché esso contiene dei batteri che rendono più semplice la digestione del lattosio.

Le proteine
Gli alimenti che contengono proteine, e che non creano problemi a chi soffre di colon irritabile sono: carne e pasce. Da evitare assolutamente invece i legumi. 
I cibi da evitare

Chi soffre della sindrome del colon irritabile, spesso dopo aver bevuto del caffè nota un peggioramento della sintomatologia. Questo avviene anche con bevande tipo la cioccolata o la coca cola. Esse, infatti, irritano molto la mucosa intestinale e causano gonfiore o crampi addominali.

Anche i cibi troppo speziati sono da abolire, così come la frittura. Abolite quindi questi cibi dalla vostra dieta e prediligete inoltre cotture più sane. 

Sono da abolire anche caramelle, dolcificanti, marmellate e bibite gassate. Queste ultime in particolare peggiorano notevolmente i sintomi come il meteorismo e i crampi addominali. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here