CONDIVIDI

Quali sono i rischi derivanti dai trattamenti di chirurgia estetica?

Il programma Report di domenica 1 novembre ha rivelato alcune informazioni utili. Gli elementi caratterizzanti questo particolare ramo sono: medicina e commercio, tutto dipende dalla sensibilità del medico a cui ci si rivolge.

E’ bene ricordare che né la medicina né la chirurgia estetica sono specializzazioni universitarie.

La specializzazione è prevista per la chirurgia plastica e per la dermatologia, probabilmente le più vicine al ramo dell’estetica.

Sono più di 1 milione gli interventi estetici eseguiti in Italia: 35 mila seni, 31 mila occhi, 25 mila nasi e il resto sono ritocchi. L’85% dei pazienti sono donne tra i 35 e i 50 anni e negli ultimi anni sono in aumento le giovani e gli uomini. Tra i prodotti più usati per riempire le rughe troviamo il filler.

Alcuni trattamenti con il tempo si riassorbono e per questo i clienti chiedono trattamenti che possano durare più a lungo.

Le eventuali complicanze, secondo gli esperti, durano in base alla permanenza del filler nel nostro corpo.

Quando il filler si riassorbe, l’eventuale complicanza se ne va, ma in caso di trattamento permanente la complicanza rimarrà inevitabilmente.

Questi prodotti sono poco controllati poiché sono classificati come presidi medici e alla fine la sperimentazione si fa direttamente sul paziente.

In Italia i filler autorizzati dal Ministero della salute sono 123, negli Stati Uniti sono solo 24, poiché prima passano il controllo della sicurezza FDA.

Per ottenere l’approvazione da parte della FDA è necessaria la sperimentazione su un largo numero di pazienti con notevoli costi da parte delle aziende.

Attualmente è possibile effettuare un corso di tre giorni sulle tecniche di filler, recarsi in un ambulatorio e cominciare a fare punture di filler alle persone.

Quali soluzioni? Allo stato dei fatti potrebbe essere utile una regolamentazione delle medicina estetica al pari delle altre specializzazioni ad ulteriore garanzia per il paziente.

MIGLIORI CURE ESTETICHE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.