CONDIVIDI

Materiali, tecniche di ricostruzione professionale, smalti semi permanenti ti aiutano a sfoggiare
mani impeccabili. Per individuare il trattamento adatto a te segui la mia guida.
Forti, curate, lungo al punto giusto, smaltate ad arte: chi non sogna unghie così? E visto che (quasi) nessuna la ha perfette di natura, la ricostruzione è un servizio sempre più richiesto, che regala unghie da star per tre o quattro settimane, gettonatissimi anche gli smalti semipermanenti: rimangono impeccabili per almeno quindici giorni.

OGGI PARLIAMO DELL’ACRILICO

CHE COS’E’: E’ una polvere che, mescolata con un liquido catalizzatore, indurisce sull’unghia in pochi minuti.
COME SI APPLICA: Come primo step, l’onicotecnico opacizza l’unghia: con una lima fine elimina dalla superficie la cheratina lucida, perché il prodotto aderisca perfettamente. Quindi servendosi di un pennello, preleva una “pallina” di polvere e la mescola al liquido direttamente sull’unghia, che viene modellata con la lima. Dopo, può smaltarla o decorarla come ti piace.

A CHI E’ ADATTO: E’ il prodotto più resistente, quindi indicato per unghie problematiche, molto fragili o rosicchiate, e per chi svolge lavori manuali, specie a contatto con l’acqua: parrucchiere, estetiste e bariste, per esempio.
DIFETTI: Richiede un tecnico esperto che sappia lavorarlo velocemente, perché indurisce in 4-5 minuti. Inoltre, durante l’applicazione emana un odore chimico poco gradevole.
DURATA: 3-4 settimane. Poi è necessario il ritocco (un po’ come si fa per la tinta dei capelli).
COME SI ELIMINA: Si immergono le unghie nell’acetone per 15 minuti,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.