CONDIVIDI

In questo articolo parleremo dei fastidiosissimi crampi muscolari di cui molte di noi soffrono. I crampi possono interessare sia la parte bassa che alta del nostro corpo , anche se solitamente colpiscono le gambe. La zona interessata, quindi, è soprattutto l’interno coscia ed i polpacci e questa fastidiosa e dolorosa contrattura avviene per diverse cause.

Crampi muscolari cause

Lcause più comuni dei crampi muscolari sono  un eccessivo carico di lavoro, uno scarso allenamento, la fatica fisica e spesso anche dalla disidratazione con perdita di sali minerali. Chi soffre di questo fastidio  dovrebbe incrementare l’intensità e la durata dell’attività fisica in maniera graduale e costante, senza esagerare specialmente in seguito ad una lunga inattività.

È importante anche praticare regolarmente esercizi di stretching , sia all’inizio dell’attività sia alla fine e lasciare un giorno di recupero dopo ogni allenamento.

Crampi muscolari cosa mangiare

  E’ opportuno assumere cibi ricchi di sali minerali, in particolare  potassio e magnesio antiossidanti, calcio e vitamine del gruppo B . Quindi largo consumo di mandorle, noci, pesche, mele, pesce, spinaci e mais  ricchi di magnesio. Le banane e la frutta in generale contengono potassio, latte, yogurt e latticini  invece sono ricchi di calcio.

Ricordiamo che bisogna assolutamente limitare gli alcolici e non mangiare prima di fare attività fisica.

Crampi e Tensione muscolare

Sono molteplici le situazioni quotidiane che possono provocarci alti livelli di stress. Spesso tendiamo a sottovalutare questa condizione, incuranti delle ripercussioni che può avere sul nostro equilibrio psicofisico.

A lungo andare, infatti, quando la condizione di ansia di protrae nel tempo può comportare una serie di conseguenze, e tra queste vi è la tensione muscolare.

Lo stress accumulato determina infatti problemi a livello endocrino, squilibri ormonali che causano un’alterazione nella produzione di neurotrasmettitori, necessari per la contrazione muscolare. Questa condizione comporta disturbi a livello muscolare: dolore, formicolio, contratture.

La cura consiste nell’attenuazione dello stress, e a questo scopo può essere utile praticare una regolare e mirata attività fisica: consigliatissimo lo yoga.

La tensione muscolare può però essere provocata anche da altre cause, come la postura: ciò riguarda prevalentemente la zona cervicale e lombare, parti del corpo in cui tendono a scaricarsi più spesso le tensioni sia interne che esterne, provocando cervicalgie e lombalgie.

Altre cause della tensione muscolare sono: gli infortuni, come le fratture o le lesioni osteo-tendinee, attività fisica troppo intensa e malattie interne all’organismo, come le miopatie o la carenza di sali minerali.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.