CONDIVIDI

I vari tipi di parafilia

La parifilia, meglio nota come perversione sessuale, indica una deviazione della sessualità in quanto l’eccitamento è collegato a oggetti e/o situazioni che si discostano da ciò che solitamente viene considerato normale.

Le parafilie sono contraddistinte da impulsi, fantasie o comportamenti sessuali intensi e ricorrenti, che implicano oggetti, attività o situazioni inusuali.

La perversione patologica determina l’incapacità di costruire relazioni affettuose e soddisfacenti da entrambe le parti e può causare comportamenti nocivi al benessere dell’individuo, azioni che potrebbero portarlo a compiere atti non accettati socialmente o reati contro la persona.

Se invece le perversioni rimangono circoscritte all’intimità della coppia e si manifestano in maniera transitoria, non sono da considerarsi patologiche.

Vediamo nel dettaglio quali sono le parafilie.

Esibizionismo: l’esposizione dei propri genitali ad un estraneo. Si tratta di un comportamento prevalentemente maschile. In certi casi il soggetto si masturba durante l’esposizione.

Feticismo: si tratta di una perversione che riguarda sopratutto gli uomini. Si caratterizza per l’utilizzo di “feticci”, come indumenti femminili quali mutande, reggiseni, calze, scarpe, stivali, o parti del corpo come piedi e capelli, e a volte anche difetti fisici come cicatrici, da cui l’individuo ricava piacere sessuale. In assenza di tali strumenti di piacere, potrebbe non avvenire l’erezione.

Esiste una variante, ovvero il feticismo di travestimento, che consiste nell’impulso di vestirsi con abiti del sesso opposto, azione che per il soggetto rappresenta fonte di eccitamento sessuale.

Frotteurismo: l’individuo prova piacere dallo strofinamento e toccamento di persone non consenzienti, comportamento attuabile perlopiù in contesti affollati.

Pedofilia: l’attività sessuale del soggetto è indirizzata verso i bambini.

Sadismo: l’individuo si eccita provocando alla vittima sofferenza fisica o psicologica. Tale perversione si palesa attraverso determinate azioni quali mordere, graffiare, frustare, ferire, fino ad arrivare ad atti estremi come torturare e uccidere.

Masochismo: il piacere sessuale è ricercato attraverso sottomissione, dolore e umiliazione.

Voyeurismo: il soggetto sente l’impulso di spiare persone, prevalentemente estranei, nude o mentre si spogliano, oppure impegnate in atti sessuali. L’individuo trae eccitazione da questo comportamento, senza ricercare un coinvolgimento sessuale con le persone spiate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.