CONDIVIDI

Le cure termali vanno sempre più di moda, non solo tra le persone di una certa età, ma anche e soprattutto tra i giovani.

Sarà che a forza di mangiare bene e cercare di condurre una vita sana, nella via per la salute si trovano anche le terme, ma queste stanno acquisendo davvero un’ottima fama e questa si sta espandendo a macchia d’olio.

Allora senza indugi andiamo un po’ a vedere le attenzioni che si devono prestare se si vuole intraprendere questa strada! 

Prima di tutto dobbiamo dire che le cure termali per portare dei veri benefici devono essere continuative e non sporadiche, ovvero quando si inizia un ciclo di cure termali della durata ad esempio di 12 sedute, questo ciclo dev’essere concluso.
Incredibile a dirsi ma anche le cure termali hanno delle controindicazioni, infatti, verso il quinto-sesto giorno di cure possiamo andare incontro a quella che viene chiamata “crisi termale”, definita come lo stato di malessere che si può presentare in coloro che stanno seguendo delle cure termali.

Questa è caratterizzata da stanchezza, insonnia e a volte da un lieve aumento della temperatura corporea. Il buono di questa controindicazione è che, per fortuna, passa da sola. Due giorni di riposo e sarete come nuovi.
Per prepararsi al meglio è bene digiunare la sera prima della seduta termale e mangiare a colazione qualcosa di facilmente digeribile accompagnato da un tè o da un caffè.
Evitare latte e yogurt prima della seduta poiché sono alimenti dalla lunga digestione.
Durante il periodo delle cure si consiglia di limitare l’attività fisica e l’esposizione al sole.
Durante il ciclo mestruale è consigliabile non eseguire le cure e nel caso questo si presenti a cure iniziate sarebbe bene sospenderle per 2/3 giorni.
Durante le cure è consigliabile assumere molta acqua e sali minerali.
Queste sono le linee guida generali per chi intraprende le cure termali, poi naturalmente possono cambiare a seconda del tipo di cure termali ma sicuramente i vostri medici o coloro che lavorano nell’impianto termale sapranno consigliarvi al meglio su ciò che dovrete fare per assumere al meglio tutti i benefici delle cure.

Terme al top in Italia

Un tempo frequentate perlopiù da persone di una certa età e rango sociale, ora le terme rappresentano una meta gettonata anche tra i giovani. Sono sempre di più, infatti, le coppie che organizzano weekend di romanticismo e benessere presso i centri termali presenti in Italia. Ma dove si trovano le migliori terme del nostro Paese? Alcune sono famosissime, altre meno note ma non per questo inferiori dal punto di vista qualitativo.

Terme più belle d’Italia

Terme di Bormio: risalenti ai tempi degli antichi romani, queste terme offrono una vista spettacolare sulle Alpi. La struttura presenta bagni termali, fanghi, idroterapia, grotte sudatorie, inalazioni, aerosol, massaggi e altri trattamenti estetici.

Terme di Sirmione: i benefici delle sue acque sono rinomate in tutto il mondo. Situato sul lago di Garda, il centro è specializzato nella cura delle patologie dell’apparato respiratorio, per il trattamento delle affezioni reumatiche e per la riabilitazione motoria. Diversi i trattamenti offerti: fango terapia, balneo terapia, insufflazioni, cure inalatorie, cure vascolari, massaggi subacquei e tradizionali.

Terme di Ischia: un centro moderno e attrezzato. Chi c’è andato consiglia i fanghi e la doccia termale.

Terme di Saturnia: eleganza e professionalità sono le caratteristiche principali di questo centro benessere. Dispone di 60 ambienti per trattamenti termali, estetici e di fitness. Da provare il “Percorso Energizzante” con massaggio Shiatsu.

Terme di Fiuggi: conoscerete sicuramente l’acqua, accreditata dal Servizio Sanitario Nazionale per la cura della calcolosi renale. Si trovano a meno di un’ora da Roma.

Terme a costo zero

Sì, avete letto bene. Nel nostro Paese sono presenti delle vere e proprie Spa a cielo aperto che permettono di godere dei loro benefici a costo zero. Sono terme ad accesso libero e gratuito. Abbiate però rispetto per questi regali di Madre Natura.

In giro per l’Italia ce ne sono davvero tante: Terme Cascate del Mulino, in Toscana; Terme Bullicame (Viterbo, Lazio); Terme San Filippo (Val d’Orcia, Toscana); Masse di San Sisto (Viterbo, Lazio); Grotta delle Ninfee (Cosenza, Calabria); Terme di Sorgeto (Ischia, Campania); Terme libere di Bormio e la Vasca Leonardo Da Vinci (Lombardia); Terme di Vulcano (Sicilia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.