CONDIVIDI

Il letto è uno dei nostri posti preferirti e alzi la mano chi non lo pensa. Ci ospita per buona parte delle ore che passiamo in casa, è il nostro vero nido e poco importa se sia singolo, matrimoniale, ad una piazza e mezza, in ferro battuto, in legno, in ottone. Quello che conta è una certezza: ogni giorno va rifatto, possibilmente bene. Ma come riuscire a rifare il letto senza pieghe, in maniera perfetta come se fossimo in un grande albergo o in crociera

Letto senza pieghe, il trucco degli angoli da ospedale

Dite la verità: anche voi siete tra quelli che al massimo la mattina tirate su lenzuola e coperte giusto per non dare l’impressione di vivere in mezzo al casino? Bene, ora vi spieghiamo qualche trucco che vi renderà la vita più semplice e che trasformerà in un piacere l’azione di rifare il letto tutti i giorni, senza nessuno stress. Avere un bel letto e vergognarsi di mostrarlo è un controsenso, Quindi partiamo dalle basi e la più importante è un’operazione che vi cambierà la vita, i cosiddetti ‘angoli da ospedale‘. Chi ha passato del tempo in una clinica, anche solo per qualche giorno oppure in visita a parenti e amici, non avrà potuto fare a meno di notarlo: gli Oss che rifanno il letto hanno un metodo quasi infallibile per farlo tornare ordinato. Il segreto consiste nel bloccare il lembo delle lenzuola con precisione sotto il materasso con un doppio movimento che interessa prima gli angoli e poi la parte laterale. Per tutti deve essere la vera base di partenza, perché una volta sistemato questo, il resto verrà anche molto più semplice e il risultato sarà assicurato. Come procedere quindi? Bisogna afferrare un lato del lenzuolo, tenendolo ad una distanza di circa 30 centimetri dai piedi del letto. Poi lo sollevate e piegate questa parte del lenzuolo sulla parte superiore del materasso, in modo da formare un angolo di 45° con l’angolo del materasso. E poi, tenendo il lenzuolo piegato sulla parte superiore del materasso, mettete la parte che ancora sporge sotto il materasso da quel lato del letto. Infine, se amate avere lenzuola perfettamente tirate, potrete anche incastrare le estremità tra il materasso e le doghe (o le molle). La stessa procedura si ripete dall’altra parte e il gioco è fatto. Ovviamente però tutto risulterà più semplice con le lenzuola che hanno gli angoli o i bordi elasticizzati.

Piumini, federe e lenzuola perfette in un attimo

Se le lenzuola sono di solito la parte più complicata, ci sono altri passaggi che è meglio osservare per avere un letto perfetto. D’inverno infatti molti di noi usano il copripiumino, ma il rischio è sempre quello di non riuscire a far combaciare gli angoli. Il segreto è quello di prendere in mano gli angoli del copripiumino e rigirarli su loro stessi. Quindi si prendono gli angoli inferiori del piumone che corrispondono e li teniamo insieme. Fatto questo, basterà agitare un po’ il coprimiumino e andrà a posto. Quando poi si mette sul letto (ma vale anche per le coperte) dovrebbe stara al massimo ad una ventina di centimetri di distanza dall’estremità del lenzuolo superiore e assicuratevi che penda in maniera uniforme da entrambi i lati. La stessa attenzione va prestata alle federe: in questo caso sarà sufficiente prendere i due angoli superiori del cuscino e tenerli insieme con una mano, quindi infilarli con un gesto veloce all’interno della federa e quando si lascerà andare, il risultato sarà perfetto. Ma tutto questo avrebbe poco senso se le lenzuola non fossero anche sempre pulite e stirate bene. Senza scomodare le massaie di una volta, le lenzuola vanno cambiate e lavate almeno ogni quindici giorni e stenderle già piegate in modo da risparmiare anche tempo quando si stirano. Se non avete voglia o tempo, le ritirate poco prima che siano completamente asciutte: nel letto andranno a posto da sole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.