CONDIVIDI

Esaurimento nervoso: sintomi e cause

L’esaurimento nervoso fu studiato e identificato come malattia da XIX secolo da un neuropsichiatra americano, George Miller Beard, che lo chiamò nevrastenia. La locuzione “esaurimento nervoso”è una traduzione dall’inglese “mental breakdown” ed è stata introdotta negli anni ’70.  L’esaurimento nervoso era per Bird una condizione pervasiva caratterizzata da fatica cronica e disabilità.

Oggi abbraccia un quadro di riferimento molto più ampio e una molteplicità di sintomi. La nevrastenia (o neurostenia) può essere classificata in due tipologie: cronica, se il disturbo compare per un periodo superiore alle quattro settimane, periodica, se i sintomi regrediscono fino a scomparire, per poi manifestarsi nuovamente nell’arco di uno stesso anno.

Spossatezza, crampi, dolori e giramenti di testa

La sintomatologia legata a questo disturbo è piuttosto variegata, e tende a cambiare passando da soggetto a soggetto. I sintomi possono essere di natura fisica e psichica. I sintomi fisici più diffusi sono: continua spossatezza (anche dopo sforzi piccoli), crampi e dolori diffusi, giramenti di testa, vertigini, vampate di calore e sudorazioni improvvise, cefalea, tachicardia, disturbi gastrointestinali (come bruciori di stomaco, stipsi, diarrea, difficoltà di digestione, meteorismo), diminuzione della libido, disturbi del sonno, svenimenti, prurito e formicolio.

Tra quelli psichici troviamo invece: affaticamento mentale, distrazione, vuoti di memoria, incapacità di seguire un ragionamento, difficoltà di concentrazione, irritabilità, difficoltà nelle relazioni interpersonali, ansia continua, sintomi depressivi, apatia, senso di sfiducia, malinconia.

Esaurimento da stress

L’esaurimento nervoso è dettato da una situazione di prolungato disagio psichico che determina affaticamento nervoso, con conseguente ripercussione sul fisico. Tale condizione porta alla comparsa di stanchezza fisica e mentale che impedisce al soggetto di svolgere qualsiasi tipo di attività.

Tale patologia è particolarmente diffusa tra coloro che soffrono di stress da lavoro, dovuto a professioni di grande responsabilità, forti pressioni, alterazione dell’equilibrio sonno-sveglia, carichi eccessivi di lavoro, molestie e violenze, problemi con i colleghi.

L’esaurimento può però essere provocato anche da altri fattori, come: abuso di alcol, eventi luttuosi, scarsi rapporti sociali, depressione post parto  

Esaurimento nervoso cosa fare

Se vi sentite esausti e nervosi , ecco alcuni consigli da seguire. Cerca innanzitutto di riposarvi molto; dormire aiuta mente e corpo a rilassarsi per riacquistare quell’energia necessaria per affronare la giornata. Dedicati poi a qualche attività /hobby ti possa distrarre dai problemi e utilizza integratori adatti affinchè tu possa migliorare.

Tra gli integratori che possiamo consigliare vi è uno molto utile di cui se ne parla poco: la vitamina B3 o Niacina. Questo integratore , se assunto in maniera regolare, da dei benefici incredibili!

Vitamina B3 benefici:

  • Abbassa il colesterolo cattivo
  • Migliora i problemi di diabete
  • Migliora la pelle in caso di dermatiti o eccessivo acne
  • Aiuto potentissimo contro l’impotenza
  • Migliora l’aspetto celebrale e impatta positivamente sul sistema nervoso

Proprio su quest’ultimo punto dobbiamo soffermarci: Alcuni studi dimostrano come la Vitamina B3 sia in gradol’Alzheimer e altre patologie cerebrali legate all’età che come risultato danno il via ad un declino cognitivo. Inoltre la Niacina  risolve problemi legati alla perdita di capacità cognitive e funzioni cerebrali incluse perdita di memoria, mal di testa, stati depressivi insonnia, chinetosi (mal d’auto e mal di mare), demenza e addirittura dipendenza da alcool. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.