CONDIVIDI

Cioccolato: rimedio per la stanchezza

La stanchezza è uno degli effetti collaterali dell’arrivo della primavera. Ma, fortunatamente, i rimedi esistono. Tra quelli noti, uno sarà sicuramente di vostro gradimento. Stiamo parlando del cioccolato.

Sono ormai lontani i tempi in cui questo ingrediente veniva considerato un acerrimo nemico della linea. Diversi studi hanno infatti dimostrato i benefici che può apportare al nostro organismo e alla nostra vita. Il cioccolato, infatti, aiuta a dimagrire, migliora l’umore e svolge una funzione antiossidante, purché sia fondente e consumato in quantità moderate e all’ora giusta.

Cioccolato e primavera: dosi e orari

L’arrivo della primavera porta con sé cambiamenti umorali, squilibri della serotonina e tanta voglia di dolci. Effetti che possiamo contrastare scegliendo il cioccolato giusto, senza ripercussioni negative sulla linea.

La quantità ideale va da 20 a 70 grammi al giorno a seconda del proprio metabolismo, del biotipo morfologico e dell’attività fisica svolta.

“Il momento migliore per consumarlo va dalla mattina al pomeriggio, per avere una sferzata di energia costante, un umore allegro, un boost al metabolismo”, spiega Serena Missori, specialista in endocrinologia, diabetologia e nutrizione.

La varietà da scegliere è quella con una quantità di cacao pari o superiore al 70%, con poco zucchero aggiunto. Va bene anche quello aromatizzato all’arancia, al peperoncino, alla cannella, alla vaniglia o con la granella di cacao.

Attenzione, però, alle abbuffate. Il cioccolato può creare una vera e propria dipendenza, e in dosi eccessive può favorire l’agitazione, l’irrequietezza, l’insonnia e il nervosismo.

Un altro avvertimento: non associatelo a cibi ricchi di grassi come creme, formaggi, burro, fritti e intingoli. Ciò si tramuterebbe in chili di troppo.

cioccolato_primavera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.