CONDIVIDI

Sono trascorsi 12 anni dal debutto cinematografico di Carolina Victoria Benvenga, meglio nota come Carolina Benvenga, deliziosa e sensuale bionda romana, attrice e conduttrice televisiva.

All’età di 27 anni vanta già notevoli esperienze nel piccolo e grande schermo.

Ha iniziato ad attirare l’attenzione del pubblico partecipando, nel 2008, alla miniserie I Liceali in onda su Canale 5 e con La posta di Yoyo, programma Tv di successo che conduce dal 2012 su Rai Yoyo, tutti sembrano essere d’accordo sul fatto che piace sia ai bambini che ai papà con i suoi occhi azzurri, il viso fresco, la sua dolce spigliatezza e determinazione.

Scopriamo tutto di lei.

 

Carolina Benvenga: formazione ed inizio carriera

E’ nata a Roma il 10 gennaio 1990.  La sua carriera non è stata un caso ma la realizzazione di un talento innato. Era ancora molto piccola quando ha iniziato a fare ‘spettacolini’ inventando storie.

All’età di 9 anni le capitò di fare un provino per una pubblicità della Dixan dove incrociò il suo idolo, Cristina D’Avena.

Ha iniziato a recitare da adolescente, frequentava la scuola e lavorava sacrificando il suo tempo destinato allo svago, agli amici per una passione che è cresciuta e si è trasformata in carriera.

Debutta nel 2005 (all’età di 15 anni) con il film Tickets diretto da Ermanno Olmi, Ken Loach ed Abbas Kiarostami.

Subito dopo, accetta il ruolo di Rossana nel film La luna e il lago diretto da Andrea Porporati e mandato in onda su Rai 1 nel mese di aprile 2006.

 

Miniserie Tv

Gli anni 2007 e 2008 la vedono interpretare ruoli in alcune miniserie Tv: Io e mamma (Canale 5), Nebbie e delitti 2 (Rai 2), Zodiaco (Rai 2), I liceali (Canale 5).

Dopo una parentesi, nel 2009, come co-conduttrice del programma Staraoke (in onda su Cartoon Network e Boing), l’anno successivo recita il ruolo di Irene nel film Una canzone per te, opera prima diretto da Herbert Simone Paragnani (il cast include Emanuele Bosi, Michela Quattrociocche, Martina Pinto, Agnese Claisse e Andrea Montovoli).

Tornerà in Tv, lo stesso anno, con la miniserie Anna e i cinque diretta da Franco Amurri in cui interpreta Carolina Ferrari.

 

Dal diploma all’ACT a conduttrice Tv

Carolina Benvenga si è diplomata presso l’ACT Multimedia, l’Accademia di Cinema e Televisione di  Cinecittà nel 2011, dopo 6 anni di carriera come attrice: in chiusura del biennio, ha portato in scena l’opera teatrale Trilogia del rivedersi diretta da Alvaro Piccardi, uno dei suoi insegnanti.

Dopo il diploma, inizia per lei la nuova fase di conduttrice televisiva.

Nel 2012 conduce parallelamente La posta di Yoyo (programma di successo in onda ancora oggi su Rai YoYo) e Tiggì Gulp per Rai Gulp.

L’anno seguente co-conduce assieme a Mario Acampa La TV Ribelle (Rai Gulp), nel 2015 conduce il tutorial su make up e outfit GulpGirl (Rai Gulp), diversi speciali dello Zecchino d’Oro (Rai 1 e Rai YoYo) partecipando anche a speciali per il cinema dedicato ai cartoon Peppa Pig, Masha e Orso.

 

La posta di Yoyo

Semplice, spontanea, sicura di sé. Carolina Benvenga, dal 2012, non ha mai smesso di condurre La Posta di Yoyo, il programma in diretta Tv in onda su Rai YoYo dal lunedì al venerdì alle 8.10 rivolto a bambini e adolescenti.

Un programma pulito, fatto di giochi ma anche educativo.

In un mondo digitale come il nostro, Carolina ed il suo staff spingono i bambini a preferire i giochi più semplici e sani con gli amici, a contatto con la natura, a scuola, cercando di distoglierli dal freddo computer o dalla stessa Tv.

L’obiettivo (molto serio) è spronarli, stimolare la loro creatività, allenare la mente, rispondere a tutte le loro richieste.  

Carolina è felice di condurre una trasmissione per i bambini.

Crede molto nella famiglia intesa in senso più esteso di quello tradizionale.

Nel nucleo familiare includo anche l’amore e l’amicizia… I miei affetti sono al primissimo posto. La carriera è importante ma non si può pensare soltanto al lavoro trascurando gli affetti”.

 

I bimbi secondo Carolina Benvenga

Sono dolcissimi, disarmanti, veri e, perciò, talvolta fonte di grandi soddisfazioni altre volte spietati.

Sono sinceri, non sono capaci di fingere come gli adulti.

I bambini non nascondono la loro simpatia o la loro avversione. Mai.

Sono diretti, forti del loro linguaggio semplice e senza riserve.

Attraverso l’improvvisazione, possibile soprattutto grazie ai piccoli telespettatori, Carolina ha capito che, seppure la recitazione resti la sua grande passione, la conduzione televisiva è qualcosa di più perché non prevede copioni.

Condurre è più coinvolgente, ci metti il cuore, la personalità e, se la fonte d’ispirazione sono i bambini, ogni puntata può rivelarsi unica.

Tutto ciò che Carolina Benvenga si augura, per le nuove generazioni, è non perdere la spensieratezza, la spontaneità, la fantasia, l’entusiasmo evitando di impigrirsi dietro a strumenti tecnologici pazzeschi che, però, rischiano di impigrire corpo e mente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here