CONDIVIDI

Bastano una serie di trattamenti troppo aggressivi e per i nostri capelli cominciano i problemi, perché si rischia di avere una capigliatura difficilmente controllabile, troppo secca e arida per essere pettinata a dovere.

Spesso non ce ne rendiamo conto, ma ci sono moltissime cause che possono portare alla secchezza dei capelli. Anzitutto dobbiamo evitare di lavarli utilizzando prodotti che contengono sostanze chimiche dannose, ma anche non esagerare con il calore di phon, piastre e bigodini elettrici. Infatti tendono a disidratare decisamente il capello. Ecco perché un rimedio naturale può essere l’olio di semi di lino.
Altra causa comune sta nell’uso troppo frequente di coloranti e tinte che possono provocare un  grosso stress sui capelli perché causano secchezza e soprattutto sottraggono la giusta percentuale di umidità. Inoltre il cloro contenuto nelle acque di piscine e vasche idromassaggio è molto dannoso per i capelli, in specie se viene poi accoppiato all’uso massiccio di asciugacapelli.
Ma ci sono anche disturbi alimentari che possono provocare problemi alla chioma, rovinandola. In primis l’anoressia che toglie al corpo i nutrienti necessari e quindi può portare alla caduta dei capelli. Inoltre quando il corpo produce un valore troppo basso di ormone tiroideo, causando quindi l’ipotiroidismo, oltre alla debolezza, ai dolori muscolari e alla depressione possono essere colpiti anche i capelli. Infine l’uso prolungato di medicinali, particolarmente per persone che soffrano di malattie croniche, può provocare il rischio di capelli disidratati e secchi.

Obesità causata da ipotiroidismo

Tra le cause dell’obesità secondaria può esserci, la tiroide che lavora poco, l’ ipotiroidismo infatti causa un aumento di grasso corporeo distribuito su tutte le zone.

Un’ altra causa puo’ essere un’eccessiva secrezione di insulina, l’ormone prodotto dal pancreas e la sindrome dell’ovaio policistico può causare obesità associata a mancanza di mestruazioni.

L’obesità secondaria può dipendere anche da un eccessiva produzione di cortisolo da parte dei surreni, le ghiandole che si trovano sopra i reni.

Nelle persone con un eccesso di ormoni surrenalici si formano cuscinetti di grasso in zone ben precise del corpo, viso, torace, addome, mentre gambe e braccia rimangono sottili.

Tiroide rallenta il metabolismo

I problemi legati alla tiroide causano un rallentamento del metabolismo basaele con il conseguente gonfiore addominale e aumento del peso corporeo. Se si soffre di ipotiroidismo, si incorre in questo problema che si può arginare assumento ogni giorno l’ormone sostitutivo tiroideo e seguendo una dieta apposita per chi soffre di questo disturbo. Uno dei consigli che possiamo dare per mantenere il peso corporeo è quello di eliminare pasta e pane per almeno 10 giorni. Come è noto, sarebbe opportuno porre in essere una dieta antiinfiammatoria utile a sfiammare e a disintossicarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.