CONDIVIDI
sindrome dell'avvocato

La definiscono ‘sindrome dell’avvocato‘, ma più semplicemente è il classico calo del desiderio che interessa anche molte coppie italiane dai 40 anni in su, soprattutto i maschi, e che spesso viene giustificata anche con i troppi impegni di lavoro e con lo stress che da essi deriva. E accanto a questo, come sottolineano la Società italiana di andrologia (Sia) e la European Sexual Disfunction Alliance (Esda), ci sono almeno 3,5 milioni di uomini italiani che soffrono di disturbi dell’erezione o di impotenza sessuale, ma per pudore o paura di affrontare il problema non si rivolgono agli specialisti medici.

Come ha spiegato il professor Bruno Giammusso, responsabile dell’Unità operativa di Andrologia all’università di Catania, “l’impressione è che in dieci anni nella Penisola siano almeno triplicate le coppie con partner fissi, sposati o conviventi, che hanno ormai rinunciato ai rapporti intimi per vivere come fratelli. Ma ci sono anche italiani che si rassegnano a una vita senza sesso solo per totale mancanza di desiderio”.

Un male che si acuisce per quelli che vivono in grandi metropoli: “In città come Milano o Roma queste coppie sono sempre più numerose tanto da far parlare di ‘sindrome dell’avvocato’, una maniera per indicare i casi in cui le attività razionali della routine professionale prendono il sopravvento sull’istinto e sulle emozioni”. Lavorare per più di 12 ore al giorno, sottolineano gli specialisti, cancella il desiderio di fare l’amore e spesso sono gli uomini quando arriva il dunque a rispolverare le classiche scuse come quella dell’improvviso mal di testa.

E così facendo si rischia di cadere nella mani sbagliate, come quelle di presunti maghi che preparano pozioni miracolose per risvegliare il desiderio oppure siti internet che commercializzano prodotti in grado di aumentare dimensioni e durata delle prestazioni. Un male del nostro tempo, ma esistono ancora le cure, quelle reali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.