CONDIVIDI

CAFFE’ E GRAVIDANZA NON VANNO A BRACCETTO!

Bere caffè, soprattutto in Italia, è un’abitudine ed una tradizione, che però andrebbe allontanata dalle coppie che vorrebbero programmare una gravidanza.

Diversi studi dimostrano come la caffeina, contenuta nel caffè, possa provocare un deficit di fertilità agendo su diversi livelli.
Lo sperma può essere danneggiato dalla caffeina, che riduce la concentrazione degli spermatozoi e la motilità degli stessi, causando quindi sterilità; anche nella donna modifica la fertilità alterando il metabolismo degli zuccheri.

La caffeina, infatti, stimola le ghiandole surrenali provocando il rilascio di glucosio, che innesca la secrezione di insulina; l’abuso di caffeina, però, può provocare insulino-resistenza, che ostacola l’ovulazione nella donna.

Se, invece, l’ovulazione avviene, il problema potrebbe esserci quando l’ovocita fecondato deve spostarsi dalle tube di Falloppio all’utero: la caffeina rende più lente le ciglia delle Tube impendendo alla cellula uovo di raggiungere l’utero, perciò si ha un aumento del tempo di attesa della gravidanza.

Infine, la caffeina può anche inibire la maturazione dell’ovocita, che avviene in seguito alla fecondazione, quindi l’immaturità dello stesso può ostacolare il principio di una gravidanza.

Sono circa 3-5 tazzine al giorno quelle che causano questi effetti negativi, quindi circa 240-400 mg/giorno di caffeina; bisogna ricordare che non solo il caffè contiene questa sostanza alcaloide, ma anche diverse bevande di uso comune, come la cola, il the, il cappuccino, il cioccolato fondente e le bibite energetiche, che dovranno essere evitate se si vorrà allargare la famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.