CONDIVIDI

Cosa significa la caduta dei capelli

Cistidil capelli: integratore contro la caduta dei capelli

I capelli opachi, sottili, oppure i capelli radi influiscono sull’aspetto estetico e costituiscono un problema psicologico per molte persone. Di caduta , comunque, si parla soltanto quando cadono ogni giorno più di 100 capelli. Finora  la calvizie sembrava una “calamità” estetica solo degli uomini. Purtroppo pare che  sempre più donne siano colpite dalla perdita di capelli.

Come contrastare la caduta dei capelli

Tra la vastissima offerta di rimedi anticaduta, le vitamine e i minerali occupano una posizione prevalente, perchépossono arrestare tangibilmente la caduta dei capelli e migliorarne Io stato. Ha dimostrato la sua efficacia soprattutto il dexpantenolo, il primo stadio dell’acidopantotenico, ll dexpantenolo contenuto negli shampoo e nelle lozioni favorisce il metabolismo energetico delle cellule. I capelli crescono rapidamente e hanno un elevato bisogno di energia e di nutrimento. dexpantenolo assicura ai capelli un nutrimento ottimale, mitigandone la caduta e rafforzando quelli fragili e sottili.

È utile combiriare Fuso di uno shampoo al dexpantenolo con un’assunzione di zinco.Normalmente lo zinco è presente nei capelli in concentrazione elevata, rivestendo un ruolo importante nella formazione della cheratina. Spesso nei capelli c’è una carenza di zinco, motivo per cui,come dimostrano ricerche mediche, una terapia a base di zinco può rivelarsi particolarmente efficace.

Dosaggio e impiego :Assumete per tre-sei settimane IO mg di ioni di zincodue volte ai giorno, prima o dopo i pasti in caso di calvizie incipiente delTuomo (alopecia androgenetica) diradamento circolare dei capelli (alopecia areata)diradamento sulT intera testa (alopecia difnisa)

Inoltre, lavate i capelli con shampoo al dexpantenolo,fino a miglioramento.

Lo stress causa la caduta dei capelli

Sintomi e cause :Lo stress è un processo vitale-talvolta addirittura indispensabile-dell’organismo, durante il quale in frazioni di secondi vengono messe a disposizione tutte le riserve di energia per una prestazione muscolare o mentale estrema. A generare reazioni da stress sono determinati segnali d’allarme provenienti dall’ambiente circostante, I cosiddetti fattori dello stress. Tutti devono confrontarsi ogni giorno con molte situazioni da stress. La vasta gamma va dallo stress psichico, come paura, insicurezza, depressione, ai fattori organici come calura, freddo, lavoro eccessivo, rumori, infezioni, fame, ferite, fino allo stress sociale.

Appartengono a quest’ultimo la povertà, la solitudine, la disoccupazione, le malattie, i problemi lavorativi e famigliari. Quando un fattore dello stress agisce su di noi, ii sistema neurovegetativo si attiva immediatamentee vengono liberati gli ormoni dello stress adrenalina, noradrenalina e idrocortisone. Questi determinano mutamenti nell’organismo che Io mettono in condizionedi reagire in modo ottimale

 I vasi sanguigni si restringono , l’attività cardiaca aumenta, i muscoli sono irrorati meglio aumenta la concentrazione di sostanze che utilizzano energia, come gli zuccheri e i grassi nel sangue.

Vengono ridotte altre funzioni organiche non indispensabili per la reazione da stress, l’irrorazione di viscere e pelle

> la digestione

> il sistema immunitario

l’attività sessuale.

È imporrante che l’organismo possa distendersi dopo ogni reazione da stress e che le energie spese siano reintegrate.

Se le situazioni di stress si ripetono di frequente o diventano un logoramento permanente, in assenza difasi distensive possono verificarsi una serie di disturbi che spesso sono pressoché ignorati. Sono tipici I mal di testa, i dolori alla nuca, il mal di schiena, il digrignamento dei denti, Ia risata nervosa, tic di variogenere. Tutte queste cose sono indice di un’intensa tensione muscolare. Altri segnali dello stress sono la tachicardia, la sudorazione abbondante, Ia difficoltà a deglutire e la bocca secca,

Se questi segnali d’allarme restano ignorati, si hanno diconseguenza disturbi e malattie psichiche o psicosomatiche malattie cardjovascolari (angina pectoris), disturbi circolatori (pressione alta), problemigastro-intestinali (gastrite, ulcere gastriche e duodenali),problemi di muscolatura (mal di schiena), esaurimento,disturbi del sonno, patologie condizionate dalTansia edepressione.

Scelta del preparato

Il magnesio è un minerale antistress. Limita la funzionedegli ormoni dello stress e Ie citate consewenze

sull’organismo.

Dosaggio e impiego

> Per le reazioni allo stress, prendete tre volte aJ giorno

e per più settimane 100-150 mg di ioni di magnesio.

Caduta capelli statistiche

Da studi recenti è stato dimostrato che il 50% dell’universo femminile soffrirà o ha già sofferto di  perdite dei capelli in maniera seria. E le cause di questo problema vanno ricercate nello  stress professionale e familiare, nelle diete rigide e nelle delusioni d’amore. Lo studio ha preso in esame un campione di donne  fra i 22 e i 65 anni, dimostrando quali sono i motivi di stress maggiore.

Al primo posto, con il 23%, troviamo i problemi sentimentali, poi lo stress da lavoro(16%) e infine i fattori economici (14%). Inoltre è emerso che  il 42% delle donne che ha perso capelli dopo aver fatto diete drastiche e non equilibrate.

Dunque oltre a fattori genetici, a scatenare questo problema è anche un tenore di vita eccessivamente faticoso. Fortunatamente stanno arrivando alcune soluzioni. Parliamo delle PRP e cioè micro applicazioni di plasma in determinate aree del cuoio capelluto così da stimolare il collagene e i follicoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.