CONDIVIDI

Di cosa parla il film

L a commedia per adolescenti è una consolidata tradizione hollywoodiana, così come impiegare attori per interpretare adolescenti che sono ovviamente troppo vecchi. Questo film, uscito nel 2006 combina entrambe le convenzioni.

I protagonisti di Boygirl questione di sesso pellicola dedicata ai teenagers, sono Nell Bedworth e Woody Deanne (interpretati da Samaire Armstrong e Kevin Zegers). I ragazzi sono vicini di casa da quando erano piccoli, ma si odiano reciprocamente.

Lui è un campione di football che ascolta solo musica rap e ama divertirsi con le ragazze ma senza alcun tipo d’impegno. Lei invece è la classica brava ragazza, studiosa e con la testa sulle spalle. Il rapporto tra i due è estremamente conflittuale, infatti durante tutta la durata del film non fanno altro che litigare.

Le loro vite però sono destinate a cambiare radicalmente. Un giorno infatti durante una gita scolastica presso un museo, i due si ritrovano davanti alla statua di un Dio Azteco e cominciano ad inveire l’uno contro l’altra. Ma quello che i due ragazzi non sanno è che questa statua in passato aveva la fama di avere poteri di stregoneria.

E in effetti questi fantomatici poteri si manifestano la mattina dopo la gita, quando i ragazzi si risvegliano uno nel corpo dell’altra. Questa amara scoperta in un primo momento traumatizza sia Woody che Nell, che a causa di questo scambio dovranno affrontare non pochi problemi. Woody nel corpo di Nell si troverà ad affrontare un colloquio per entrare in una delle più importanti Università d’America; mentre Nell nel corpo di Woody dovrà giocare la finale del campionato di football, che potrà garantire al suo amico/nemico una borsa di studio in caso di vittoria.

I due saranno dunque costretti a collaborare per riuscire a far superare ai rispettivi “corpi” le prove importanti che li aspettano. È inevitabile poi che il rapporto tra la coppia diventerà sempre più intimo.

Film banale e scontato

La trama ovviamente non troppo originale, di per sé poteva anche avere del potenziale ma nel suo insieme la pellicola risulta essere un po’ troppo banale e scontata. La storia e le tematiche adolescenziali che si trattano nel film appaiono troppo superficiali, ed anche la storia d’amore che nasce fra i protagonisti che prima si odiano, sembra un po’ trita e ritrita. Fortunatamente però il film è privo di quella stupidità anche un po’ volgare che a volte di trova in altre commedie similari come per esempio American Pie.

Questo è davvero un vero peccato, perché quando si prova a giocare su alcuni lati un po’ più psicologici, si raggiungono anche dei momenti seppur rari di tenerezza che non sono poi così male. La pellicola ha comunque un problema di fondo: la mancanza di idee. Boygirl è infatti la classica commedia americana sui collage dove figurano la cheerlear svampita, il classico nerd, l’amico simpaticone e così via. Anche l’interpretazione dei due attori protagonisti non è propriamente da Oscar. Per quanto riguarda Samaire Armstrong (attrice già vista nella serie tv The OC), possiamo dire che la sua interpretazione è a un livello sufficiente e non del tutto disprezzabile. Discorso diverso per Kevin Zegers, la cui totale incapacità di cambiare espressione facciale durante l’intero il film, lascia il pubblico davvero senza parole.

Anche i dialoghi non sono il massimo; talvolta sono così confusi che si fa persino fatica a notare il cambiamento di personalità. Questo dunque rende i protagonisti davvero troppo simili alla loro “controparte reale”.

Anche la regia non aiuta a sollevare le sorti di un film che ha già di per se mostra delle qualità davvero scarse. L’intenzione del regista Nick Hurran era quella di usare la commedia di ambientazione scolastica per approfondire le insicurezze e le paure dell’adolescenza, ma non riesce comunque a coglierne gli aspetti più profondi e quindi ad essere efficace nel suo intento.

Diciamo che questo è stato un film generazionale che in partenza faceva davvero ben sperare, ma che poi non ha fatto altro che crollare come un castello di carte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.