CONDIVIDI

Blefaroplastica per ringiovanire il viso

Gli anni passano e i segni dell’età sul viso iniziano a farsi sempre più marcati, in particolare è la parte alta (fronte e occhi) a subire maggiormente l’effetto del passare degli anni. Lo sguardo svolge un ruolo essenziale nell’aspetto del volto, quando l’età avanza le palpebre scendono e la zona tra l’occhio e lo zigomo si svuota, dando al viso un’immagine stanca e vecchia. Cosa possiamo fare per ringiovanire lo sguardo?

La pratica più richiesta, sia dagli uomini che dalle donne, è la blefaroplastica, che consente di eliminare grasso e pelle in eccesso dalle palpebre superiori e inferiori, sollevare le palpebre superiori cadenti e ridurre le borse sotto gli occhi. È un tipo di intervento estetico che può essere fatto da solo o in combinazione con altri trattamenti facciali, come il lifting.

Il chirurgo, intervenendo sulla palpebra superiore con un’incisione, riesce a rimuovere la cute in eccesso, scolpisce il grasso del sopracciglio e lo solleva, tutto questo avviene per via endoscopica o trans-palpebrale.

Per la rimozione delle borse sotto gli occhi, invece, l’intervento può essere eseguito con la tecnica trans-congiuntivale, facendo cioè una piccola incisione tra palpebra e l’occhio, senza che il paziente abbia alcun segno sulla pelle.

Un’altra tecnica consiste nella trasposizione del grasso, questo non viene eliminato ma riposizionato per riempire il “solco delle lacrime”, intervento solitamente associato ad un lifting malare e della palpebra inferiore. In questo modo viene “stirata” tutta la palpebra inferiore e la guancia, eliminando le rughe.

L’intervento di blefaroplastica può essere accompagnato da iniezioni di Botox che permette di eliminare le rughe sulla fronte, tra le sopracciglia e le “zampe di gallina”, ottenendo così un effetto di ringiovanimento ancora più evidente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.