CONDIVIDI

Bonus nido

Come molti di voi già sapranno, dallo scorso 29 gennaio è possibile presentare le domande per ricevere delle agevolazioni per la frequenza di asili nido sia pubblici che privati, grazie proprio al Bonus nido. Esso viene introdotto per sostenere il reddito delle famiglie che hanno figli piccoli, e prevede mille euro l’anno per tre anni.

È la famiglia che deve fare richiesta del bonus direttamente all’INPS per via telematica. Esso spetterà ad ogni figlio nato o adottato a partire dal primo gennaio 2016 in poi. Ma cerchiamo di capire meglio cos’è questo bonus, come si richiede e quali sono i requisiti necessari per poter presentare domanda all’INPS.

Cos’è il bonus nido

Come già detto pocanzi, il bonus nido non è altro che un’agevolazione per le famiglie che hanno a carico figli piccoli. È stato introdotto con la scorsa legge Bilancio fondamentalmente per 2 motivi:

  • Aiutare i genitori a pagare il canone scolastico necessario alla frequenza di asili nido pubblici o privati;
  • Sostenere i bambini sotto i tre anni affetti da gravi patologie, introducendo delle forme di supporto presso la loro abitazione

Oltre al bonus nido con la medesima legge di Bilancio, sono state anche introdotte delle altre forme di sostegno alle famiglie con figli piccoli. Il bonus mamma ad esempio è uno di loro. Esso prevede la somma di 800 euro, che aiuterà tutte le mamme a pagare le spese mediche o quelle dei prodotti per l’infanzia.

Oltre al bonus mamma abbiamo in oltre il voucher baby sitting e il bonus bebè.

Ma come funziona il bonus nido? Quest’agevolazione di mille euro va destinata alle famiglie indipendentemente dal loro reddito ISEE. Questi mille euro vengono erogati su base annua per un massimo di tre anni d’iscrizione all’asilo nido.

Altra novità riguardante il bonus nido, è per l’appunto l’estensione del suddetto bonus ai bambini gravemente malati e che ricevono cure a domicilio.

Bonus nido per bambini affetti da malattie croniche

Come abbiamo visto appena visto il bonus nido spetterà anche i tutti quei bambini al di sotto dei tre anni affetti da malattie gravi, che impediscono loro di frequentare l’asilo e necessitano di cure speciali direttamente a casa.

Il contributo economico del bonus sarà quindi una risorsa preziosa che potrà essere utilizzata per aiutare la famiglia all’interno della sua abitazione. Questo bonus è erogato dall’INPS in un’unica soluzione. I genitori dovranno soltanto presentare l’apposito modulo di domanda, correlato dal certificato di rilascio del pediatra. Questo certificato dovrà attestare l’impossibilità del piccolo di frequentare l’asilo a causa di una grave malattia cronica.

Quali sono i requisiti che si devono avere per ottenere il bonus

Qui di seguito elenco tutti i requisiti che bisogna avere affinché si possa beneficiare del bonus nido

  • Il bambino deve essere nato dal 1° gennaio 2016 in poi;
  • Deve essere iscritto all’asilo nido per tutto l’anno. Infatti in caso di partecipazione parziale il bonus spetta solamente in parte;
  • Il bonus nido non è correlato al reddito ISEE e dunque spetta a prescindere
  • Il genitore che fa richiesta del bonus, deve avere la cittadinanza italiana, comunitaria o extracomunitaria. In quest’ultimo caso è richiesto il permesso di soggiorno oppure la carta CE
  • Il bambino dovrà avere la stessa residenza del genitore che richiede il bonus;
  • Bisogna sostenere la retta dell’asilo

Ricordiamo infine che per ricevere il bonus di mille euro non basta solamente presentare la documentazione corretta, ma anche dimostrare l’avvenuto pagamento della retta per l’asilo pubblico o privato.

Come richiedere il bonus nido all’Inps

Per prima cosa vi ricordiamo che la scadenza per il bonus nido 2018 è il 31 dicembre. È possibile presentare la domanda potete scegliere tra tre differenti modalità:

  • Web: vi basta accedere al sito internet www.inps.it e cliccare sul banner accedi al servizio. Per l’autenticazione, poi potrete utilizzare il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  • Telefono: potete telefonare al numero verde 803.164 (per rete fissa) o 06 164.164 (per la rete mobile)
  • Presentarsi di persona presso uno degli enti di Patronato.

Non appena presenterete la domanda per il bonus, dovrete specificare per quale forma di agevolazione lo state chiedendo: se per il pagamento della retta dell’asilo o per l’assistenza domiciliare. Dovrete anche specificare per quale anno e mese si richiede il bonus nel caso degli asili nido.

Nella domanda per il bonus asilo nido, inoltre dovrete specificare anche:

  • Se l’asilo frequentato dal bambino è pubblico o privato, ed indicare poi denominazione, codice fiscale della struttura, estremi del provvedimento autorizzativo.
  • Specificare le mensilità e mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica compresi tra gennaio e dicembre 2018, per le quali intende ottenere il bonus.

Vi ricordiamo inoltre che nel caso aveste 2 o più figli che nei requisiti richiesti per beneficiare del bonus, dovrete presentare una domanda per ciascun figlio beneficiario.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.