CONDIVIDI

Blefaroplastica non ablativa

Oggi la blefaroplastica può essere eseguita senza bisturi. Si parla di blefaroplastica non ablativa, eseguita, per l’appunto, senza ricorrere a un intervento chirurgico. Niente bisturi, nessuna incisione, zero tagli o buchi. Un trattamento delicato che con pochissime sedute riesce a restituire tonicità ai tessuti senza bisogno di ritocchi futuri. Questa tecnica non asporta grasso o cute in eccesso e non modifica il muscolo orbicolare delle palpebre, eliminando così i potenziali rischi.

Blefaroplastica con Plexer

Ideato da Giorgio Filippi, sfrutta l’azione del plasma, il quarto stato della materia. Il Plexer si serve della ionizzazione dei gas presenti nell’aria per generare un piccolo arco elettrico che agisce a livello epidermico creando una sublimazione. Per sublimazione si intende il passaggio dallo stato solido a quello gassoso saltando lo stato liquido. Il calore viene trasmesso solo dove serve senza interessare i tessuti circostanti, in questo modo si può intervenire sulla zona palpebrale senza minimamente interessare l’occhio, con risultati molto soddisfacenti.

La blefaroplastica non ablativa si esegue mediante piccoli spot ciascuno di 500 micron distanziati tra loro per consentire, una volta terminata la seduta, il perfetto movimento delle palpebre.

Durante il trattamento, il paziente può essere invitato ad aprire e chiudere gli occhi, in modo tale che l’operatore possa individuare con precisione le porzioni di pelle ancora da trattare.

blefaroplastica senza bisturi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.