CONDIVIDI

Ha avuto il peggiore degli epiloghi la vicenda del bimbo di due anni caduto in un pozzo sabato a Velletri.

Il cuore del piccolo ha smesso di battere

Il cuore del piccolo di 23 mesi, caduto in un pozzo mentre giocava con la sorellina, ha smesso di battere ieri pomeriggio. I medici del Bambin Gesù hanno fatto di tutto per salvarlo, ma i tentativi sono stati inutili.

La tragedia si è consumata in pochissimi secondi. Secondo i racconti, il bimbo giocava in giardino quando è caduto nel pozzo. Il nonno, che si è buttato subito, lo ha tenuto in braccio fuori dall’acqua per farlo respirare in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

L’area dove è avvenuto il tutto è per ora sotto sequestro. L’obiettivo dei periti è di effettuare accertamenti sulle dinamiche della tragedia che ha coinvolto una famiglia romena da anni residente nella zona dei Castelli Romani.

La procura di Velletri ora ha il compito di accertare le eventuali responsabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.