CONDIVIDI

L’antiruggine naturale permette di poter eliminare la ruggine che si è formata sia su oggetti che sulle strutture che possono essere in metallo.

I normali antiruggine in vendita sono composti da additivi e conservanti che possono non essere tollerati dal soggetto che deve utilizzarli, con conseguente insorgenza di fastidi oppure intollerante (allergie, escoriazioni cutanee e difficoltà respiratorie). Per crearlo, si può ricorrere tranquillamente al metodo fai da te, utilizzando alcuni ingredienti naturali facilmente reperibili all’interno della propria dispensa( senza alcuna controindicazione).

Antiruggine fai da te come farlo

Prima di vedere come preparare alcuni dei migliori antiruggine naturali, bisogna ricordare che sarà necessario l’utilizzo di uno spazzolino, spazzola o spugnetta per rimuovere la ruggine che si è formata. Lo sfregamento non deve essere eccessivo altrimenti si potrebbe rovinare definitivamente l’oggetto.

Inoltre, per prevenire una nuova e futura formazione di ruggine, si consiglia di asciugare l’oggetto o componente con un panno pulito ed asciutto e messi all’aria per un’oretta circa.

Di seguito i migliori – e più utilizzati –  antiruggine fai da te:

  • Bicarbonato di sodio e acqua naturale: sulle superfici arrugginite, applicare direttamente il bicarbonato di sodio, inumidendo successivamente con uno spazzolino bagnato. Cominciare a sfregare delicatamente, al fine di rimuovere al meglio tutta la ruggine;
  • Aceto e carta stagnola: per questo semplice procedimento, la carta stagnola dovrà essere imbevuta di aceto di vino bianco, utilizzandola nell’immediato per strofinare l’oggetto o componente, che deve essere trattato. Strofinare con cura e non con forza;
  • Succo di lime e sale: il primo step sarà di cospargere gli oggetti con il sale, mentre durante il secondo step si dovrà spremere il lime, sino a coprire completamente l’elemento. Lasciare riposare per almeno tre ore e procedere con la rimozione, grazie all’aiuto della buccia di lime avanzato. Il lime, può essere sostituito dal limone;
  • Patate e bicarbonato di sodio: una procedura semplice, che vede il taglio di una patata a metà e successivamente l’applicazione del bicarbonato al suo interno. Strofinare il componente, che richiede il trattamento. Ripetere l’operazione sino al completamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here