CONDIVIDI

Se pensi di essere una persona ansiosa ricordati che sei perfettamente in target , almeno in Italia. Secondo l’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap) , ci sono sempre più italiani ansiosi. E’ stato , infatti, posto in essere un sondaggio on line, al quale hanno risposto oltre 700 soggetti tra i 19 e i 60 anni. Con esso si è voluto indagare quanto abitualmente le persone sperimentino alcuni dei sintomi tipici dell’ansia e del panico.

Risultato? il 79% di coloro che hanno risposto al sondaggio ha avuto, durante l’ultimo mese, manifestazioni fisiche frequenti e intense di ansia; il 73% si percepisce come una persona molto apprensiva, che si preoccupa facilmente di piccole cose/situazioni; il 68% dichiara di avere non poco disagio a stare lontano da casa o da luoghi familiari, mentre il 91% trova molto spesso difficoltà nel rilassarsi.

La presidentessa dell’Eurodap ha manifestata la sua preoccupazione sottolineando “uno scenario molto complesso e preoccupante e spesso sottovalutato soprattutto dai più giovani “.

Gli episodi di ansia non sono assolutamente da minimizzare poiché, se ignorata, potrebbe generare a sua volta un attacco di panico. L’esperta ci fa inoltre sapere che quando l’ansia è in uno stato iniziale ” proviamo un lieve stato di apprensione assieme a sintomi fisici e psicologici multipli come palpitazioni, leggera sudorazione e un’iperfocalizzazione sulla situazione o l’oggetto in questione.”

Cosa fare se ci si sente ansiosi? Il consiglio primario è quello d’ imparare a respirare per rilassarsi ed eliminare i pensieri negativi tenendo conto della statistica (in che percentuale è possibile che ci succeda una cosa brutta in questo momento?)

Gli esperti parlando della manifestazione di questo disturbo tra i 15 ed i 35 anni, con una seconda punta d’insorgenza tra i 44 ed i 55 anni;

Colpisce prevalentemente le donne ma sono in aumento gli uomini, soprattutto professionisti e manager.

Ansia da viaggio in aereo

Se da una parte c’è chi prende l’aereo senza problemi, abituato anche per questioni di lavoro, dall’altra c’è chi non riesce proprio a trovare il giusto feeling con questo mezzo di trasporto. “È il mezzo più sicuro” dicono gli esperti “Finché non precipita..” rispondono gli aerofobici.

Recenti studi hanno dimostrato che la paura dell’aereo colpisce maggiormente le donne, il 60% contro il 40% degli uomini. Inoltre, solo il 6% dei casi trova origine in brutte esperienze in volo, gli altri lo temono a prescindere, anche senza aver mai volato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.