CONDIVIDI

lucy2

La dieta dimagrante era diventata una vera ossessione.

Tolti i chili di troppo, non si è più fermata, continuando a perdere peso, a guardare lo specchio  che la voleva sempre grassa ai suoi occhi. Ed ecco la caduta negli inferi dell’anoressia .

Lucy Hemms, 18enne gallese, grazie all’aiuto dei suoi genitori e dei medici che si sono presi cura di lei, è riuscita a vincere la sua battaglia e a  guarire.

La sua storia è comincia con la partecipazione alle semifinali di Young Slimmer of the Year, il premio annuale conferito dal club delle ragazze a dieta a colei che ha fatto il cambiamento fisico più notevole.

Da paffutella derisa dai compagni di scuola Lucy si era trasformata in una promessa della moda.

La dieta si è trasforma così in ossessione, dipendenza e l’adolescente arriva a limitarsi ad un regime alimentare di solo 200 calorie al giorno per un anno, l’equivalente di due banane.

Lucy oggi racconta di come i capelli sono cominciati a caderle, la sua pelle ad invecchiare e  ha iniziato a soffrire di artrite precoce.

“Mi pesavo sei volte al giorno, mi sono messa a dieta e non sono più riuscita a fermarmi. La gente mi faceva notare che stavo diventando orribile, eppure quando mi guardavo allo specchio vedevo ancora una ragazza grassa”.

 E continua “Ho chiesto a un parrucchiere di applicare delle extensions, ma non si poteva, avevo troppi pochi capelli”.

Così la sua famiglia  tre anni fa la porta  da un dottore. La diagnosi è anoressia nervosa potenzialmente fatale.

Per un po’  è stata  alimentata artificialmente, attraverso liquidi e  il suo corpo ha cominciato a recuperare forza.

Oggi Lucy è una studentessa di Musica e Teatro al Royal Welsh College di Cardiff, ispirata negli studi dal mezzo soprano Katherine Jenkins, la sua eroina.

Questo è il  messaggio  che lancia alle sue coetanee, perché non cadano preda di falsi modelli: “Sono passata dall’essere sovrappeso e vittima di bullismo al diventare anoressica, potevo morire, ne ero perversamente orgogliosa, tutto questo è orribile”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.