CONDIVIDI

Amazon e i suoi droni

Consegnare i pacchi con i droni? Amazon ci sta pensando sul serio. Quella che sembrava soltanto una provocazione potrebbe invece essere realtà. Il colosso dell’e-commerce ha siglato un accordo con la Caa Uk (Civil Aviation Authority), l’ente per l’aviazione civile britannico: potrà effettuare dei test nelle aeree di campagna del Regno Unito, con dei droni capaci di trasportare pacchi leggeri di circa 2 chili.

“Abbiamo scelto la Gran Bretagna perché è un Paese all’avanguardia nel settore – spiega Paul Misener di Amazon – e crediamo di portare avanti i test per un lungo periodo di tempo.”

I test serviranno per capire se questa strada sarà davvero percorribile. Ne sono convinti alla Caa Uk: “Vogliamo essere al primo posto nella sperimentazione delle novità che arrivano dal settore dei voli senza pilota, per inserirle nel mondo dell’aviazione commerciale – afferma Tim Johnson della Caa Uk -. E questi testi di Amazon ci aiuteranno in questa direzione.”

I test prevedono la guida remota, anche di più droni, da parte di un solo operatore. L’impiego di sensori consentirà al pilota da remoto e al drone di evitare ogni ostacolo, riuscendo così a consegnare al cliente il pacchetto tutto intero.

Il servizio fa parte del programma Prime air, che punta alle consegne in 30 minuti. Il primo test avverrà a Cambridge: “Non lanceremo finché non saremo in grado di dimostrare la completa sicurezza delle operazioni”, assicura Daniel Buchmueller, co-fondatore del programma Prime air.

L’obiettivo è quello di riuscire a consegnare i pacchi davanti alla casa dei clienti: questi test corrispondono a significativi passi avanti in quella direzione.

amazon-droni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.