CONDIVIDI

Amaranto benefici

Tra le specie commestibili  troviamo  l‘Amaranthus caudatus, l’Amaranthus cruentus e Amaranthus hypochondriacus. Quest’ultima è ritenuta la varietà  più facilmente coltivabile. l’ultillizzo di questa pianta ha origini antichissime, risale infatti alle popolazioni degli Inca e degli Aztechi.

L’ amaranto può essere coltivato anche  per finalità ornamentali, data la bellezza dei fiori.

La cottura di questo alimento avviene in acqua bollente e deve proseguire per circa 30-40 minuti, ovvero fino a quando i chicchi  saranno morbidi. Non è necessario tenerlo in ammollo  prima della cottura, occorre solo sciacquarlo un  con acqua fredda.

E’ l’ideale per preparare  zuppe e  minestre. L’abbinamento migliore è con gli ortaggi e i legumi. Da evitare invece di consumarlo insieme alle  proteine animali, come latticini e carni, perché risulterebbe pesante.

Inoltre l’ assenza di glutine lo rende   particolarmente adatto all’alimentazione delle persone celiache.  L’amaranto è ricco di lisina, calcio, fosforo, magnesio, ferro e molte fibre. Contiene inoltre vitamine del gruppo B e la vitamina C.

Sintomi della celiachia

La celiachia è una malattia che interessa l’intestino tenue ed è caratterizzata dall’intolleranza al glutine, una sostanza contenuta nel grano, nell’orzo e nella segale. È possibile trovare tracce di glutine anche in prodotti non alimentari, come burro cacao e farmaci.

La sintomatologia di tale patologia risulta piuttosto variegata e non sempre raggiunge manifestazioni particolarmente evidenti, può infatti accadere che una persona sia interessata da sintomi lievi, arrivando a convivere con essi per anni senza accorgersi della malattia: in questo caso si parla di celiachia silente.

I sintomi possono riguardare l’apparato digerente o altre parti dell’organismo, i primi sono più diffusi tra i bambinie i più comuni sono: gonfiore e dolore addominale, dissenteria, vomito, stitichezza, dimagrimento, feci pallide, maleodoranti o oleose. I bambini possono inoltre presentare una frequente irritabilità e, a causa del cattivo assorbimento delle sostanze nutritive, problemi nello sviluppo, bassa statura, ritardi nella pubertà e difetti nello smalto dentale.

Negli adulti è più raro trovare sintomi legati all’apparato digerente, questa malattia tende infatti a manifestarsi con: affaticamento, dolore alle ossa o alle articolazioni, anemia sideropenia, fragilità ossea, artrite, depressione, formicolio alle mani o ai piedi, ansia, assenza di mestruazioni, convulsioni, sterilità, aftosi orale, dermatite erpetiforme.

Se non prontamente diagnosticata e adeguatamente trattata, la celiachia può causare l’insorgenza di problemi molto gravi come infertilità, aborti spontanei ricorrenti, arresto della crescita, diabete e tumori intestinali.

Si tratta di una malattia genetica e spesso tende a manifestarsi in seguito a particolari eventi come il parto, interventi chirurgici, infezioni intestinali, stress emotivo molto forte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.