CONDIVIDI

Alessandro Borghi è un attore romano, classe ’86 ,che ultimamente sta riscuotendo successo per le sue interpretazioni caratterizzate da una grande versatilità e talento.

È riuscito a creare la sua capacità attoriale attraverso la frequentazione della scuola di recitazione Jenny Tamburi; successivamente ha partecipato a un tirocinio che riguardava le tecniche di e fa uno stage su tecniche e metodi di improvvisazione e recitazione con Stefano Reali. I suoi primi passi nel mondo del cinema non sono stati facili; ha dovuto affrontare qualche anno di gavetta, prima di incontrare personaggi com Stefano Sollima, Claudio Caligari e Laura Muccino, che gli hanno dato la possibilità di recitare in film come Suburra e Non Essere Cattivo, accanto a Luca Marinelli.

Alessandro Borghi esordi

I suoi inizi non sono stati sempre come attore, infatti ha iniziato come stuntman e in seguito è riuscito ad ottenere delle piccole partecipazioni in fiction e serie tv: Nassiriya – Per non dimenticare nel 2007 e la terza e quarta stagione di R.I.S. – Delitti imperfetti nel 2007 e 2008.

Sempre nel 2007 prende parte a Ho sposato uno sbirro e Io e mamma, poi a Don Matteo nel 2009, Sant’Agostino e Romanzo criminale – La serie nel 2010.

Nel 2011 recita in La narcotici e Rex, nel 2013 prosegue con le fiction de L’isola, Che Dio ci aiuti e Ultimo 4 – L’occhio del falco. Nel 2015 prende parte a Squadra mobile e Non uccidere. Anche se il suo primo ruolo al cinema è stato nel 2011 con il film Cinque, che lo hanno fatto conoscere ai registi dell’ambiente, dandogli la possibilità di prendere parte a progetti di successo come Romanzo criminale e Suburra.

Nel 2016 prende parte al progetto cinematografico Il più grande sogno. Di li a poco viene scelto per recitare nelle vesti del cantautore genovese Luigi Tenco nel film Dalila; in seguito passa a Suburra – La serie, interpretando Aureliano Adami.

Queste le altre sue partecipazioni in film come Fortunata, Liubov pret-a-porte, The Place e Napoli velata.

Alessandro Borghi premi e riconoscimenti

Come dicevamo ha svestito ben presto i panni dello stuntman, in particolare grazie allo sfruttamento nel cinema del suo volto, attraverso notevoli primi piani, che nel corso della sua carriera gli hanno fatto ottenere ruoli da protagonista; per questo succeso Alessandro Borghi è riuscito ad avere un riconoscimento a Venezia, dove ha fatto fa padrino, all’interno della manifestazione della Biennale del Cinema.

Come attore è molto apprezzato da pubblico femminile e seguito con interesse dai registi italiani; protagonista in particolare nella rassegna del cinema di Venezia, dove nel 2017 si è presentato come attore protagonista di molti film di spessore, tra i quali ricordiamo Romanzo criminale, Suburra e Non essere cattivo.

In particolare nel corso di quell’edizione della cerimonia ha presentato la fase di aperture il 30 agosto e quella di chiusura il 9 settembre.

Si è trattato di un attestato di stima, anche perchè normalmente la presentazione di questi eventi è spesso assegnata a delle presentatrici femminili.

Qualche curiosità in più su Borghi riguarda le sue passioni sportive, in particolare ama molto le arti marziali e il suo spirito dinamico si è visto nel suo trascorso da stuntman.

Alessandro Borghi è Aureliano Adami

Tra i particolari dei suoi primi piani al cinema troviamo gli occhi azzurri e un’espressione sempre particolare e ricercata.Sicuramente la sua carriera è stata molto trasversale, infatti è passato senza difficoltà attraverso film e programmi televisivi; la sua partecipazioni in ruoli da protagonista è molto aumentate negli ultimi anni. Possiamo sicuramente affermare che la svolta nella sua carriera è arrivata grazie al film Suburra, del 2015, dove ha dato una grande caratterizzazione del personaggio di Aureliano Adami, soprannominato del film con il nome di “numero 8”.

Un’altra prova attoriale molto valida è stata quella del film Non essere cattivo, sempre del 2015, dove interpretava il personaggio di Vittorio; questo ruolo gli ha dato la possibilità di vincere il premio Nuovo Imaie Talent Award assegnato ai migliori attori esordienti.

Sempre per il film Non essere cattivo ha ottenuto una nomination per il David di Donatello e si è portato a casa il premio Crocitti riservato al miglior attore e rivelazione stagionale.

Vale la pena ricordare, tra le altre pellicole degne di nota, il film Fortunata, diretto da Sergio Castellitto, Il Grande Sogno di Vannucci, The Place di Paolo Genovese; uno dei più recenti a apprezzati poi è sicuramente Napoli Velata.

Il film è balzato alle cronache del settore, per una scena a luci rosse tra Borghi e l’attrice Giovanna Mezzogiorno.

Interessante anche la sua prova di recitazione in Dalida, girato nel 2017, dove ha interpretato molto bene il personaggio controverso di Luigi Tenco.

Tra le sue caratteristiche c’è quella di interpretare spesso ruoli da personaggio cattivo, come in Suburra – la serie.I ruoli da cattivo lo hanno sempre accompagnato anche all’interno di altri progetti come Distretto di Polizia, Romanzo Criminale, Ultimo 4 e Squadra Mobile.

Tra i riconoscimenti che ha ottenuto troviamo due Nastri d’Argento, che ha vinto nel 2016 e nel 2017.

Nel 2018 ha recitato in uno dei film più impegnati nel campo del cinema italiano, in cui ha interpretato il personaggio di Stefano Cucchi; il film era Sulla mia pelle, presentato alla 75esima Mostra internazionale del cinema di Venezia.
La sua prova è stata molto apprezzata, non solo dal punto di vista della recitazione, ma anche per essere riuscito a raggiungere una somiglianza fisica con Stefano Cucchi, riuscendo a perdere quasi venti chili, per arrivare ad assomigliare a Cucchi.
Successivamente, un’altra grande interpretazione, nel film Il primo Re, dove recita la parte di Remo anche in questo caso, per interpretare questo ruolo si è dovuto impegnare fisicamente, per acquisire le tecniche di combattimento con la spada e con il pugilato; anche dal punto di vista delle lingue, ha dovuto imparare la lingua latina, presente all’interno della pellicola.

Basta così e tutto accade qui videclip

Alessandro Borghi, nel corso della sua carriera è apparso anche all’interno di videoclip; tra questi troviamo Basta così (2011) e Tutto qui accade (2016) dei Negramaro.

Ha partecipato anche all’interno del cortometraggio che prevedeva la pubblicità dell’automobile Renaut Scénic nel 2016.

Si tratta di uno degli attori maggiormente apprezzati degli ultimi anni

per quanto riguarda la sua vita private è legato a Roberta Pitrone, ballerina. Il loro legame dura da qualche anno e sembra che presto si sposeranno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.