CONDIVIDI

Di traffico urbano se ne parla a bizzeffe e pare che l’Airbus abbia trovato la soluzione.

Esattamente 114 anni fa, Wright commentò il primo volo del suo flyer, dicendo: “Fu un volo di 12 secondi, incerto e traballante… ma fu il primo vero volo“. Oggi, la compagnia sopra citata non si arrende e decide di spingersi ancora oltre, brevettando una soluzione al traffico urbano. Quale? La creazione di taxi volanti. Il ceo di Airbus avrebbe dichiarato che entro il 2017 ne presenterà il primo prototipo che sarà lanciato sul mercato 4 anni dopo: “Stiamo ultimando la progettazione, abbiamo completato quella relativa ai software e alla sperimentazione tramite simulatore. Stiamo affrontando la questione in modo estremamente serio“.

Un’altra delle trovate dell’azienda è quella dei CityAirbus, una sorte di taxi più grande, inizialmente condotto da un pilota, che possiede le peculiarità del drone. Sicuramente la sperimentazione di questi nuovi mezzi di trasporto porterebbe il mondo ad un livello tecnologico senza eguali, considerato ancor più il fatto che il traffico urbano sarebbe debellato. Ma come riuscirebbero ad atterrare questi taxi? Questo ancora la compagnia non ce l’ha spiegato e l’unica cosa da fare è quella di aspettare che effettivamente il taxi volante sia presentato al pubblico. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here