CONDIVIDI

COMBATTERE L’ACNE PER UNA PELLE PERFETTA

Un viso liscio, pulito e senza imperfezioni è il sogno di tutti.
Spesso infatti adolescenti, e non solo, si portano dietro una pelle a dir poco bella, piena di punti neri, punti bianchi o pustole che cerchiamo di nascondere in ogni modo con l’aiuto di cosmetici vari, ignorando il fatto che la causa, il più delle volte, nasce da dentro.

Lo sviluppo dell’acne è dovuto a squilibri ormonali, metabolici o a problemi infiammatori che possono essere risolti o migliorati con l’aiuto dell’alimentazione.
Mangiare sano e in modo pulito eliminando tutti i cibi contenenti zuccheri semplici e distribuendo correttamente i pasti, partendo da un’abbondante e completa colazione, è il primo punto su cui agire.

In questo modo si punta a un riequilibro degli assi ipotalamici che controllano il metabolismo e la secrezione di ormoni, in modo da regolarizzarli, ripristinando un certo equilibrio a tali livelli.

Importante è anche la pratica di un’attività fisica costante e un controllo dell’infiammazione, valutando l’eventuale presenza di intolleranze alimentari, dovute a cibi che disturbano e infiammano, e assicurare un benessere intestinale, a livello della flora batterica, che se alterata, crea infiammazione.

L’acne è spesso una manifestazione esterna di un disturbo interno che va curato quindi a monte risolvendone la causa.

Acne ed alimentazione

Se vuoi avere una pelle luminosa devi stare attenta a ciò che mangi. Attenzione ai carboidrati!

CARBOIDRATI SEMPLICI E RAFFINATI, uno degli errori più frequenti nelle diete fai da te e nel vivere quotidiano è la NON TEMPORIZZAZIONE di tali carboidrati.

Per evitare che si inneschi il CIRCOLO VIZIOSO DI DIPENDENZA DAI CARBOIDRATI, bisogna cercare di mantenere stabile il livello di GLICEMIA durante l’arco della giornata, evitando così un’ eccessiva produzione di INSULINA responsabile ad es. a breve termine di fenomeni di IPOGLICEMIA REATTIVA (con conseguente fame, vertigini, irritabilità) ed a lungo termine di fenomeni di INSULINO-RESISTENZA, ALTERATA GLICEMIA A DIGIUNO, ALTERATA TOLLERANZA AI CARBOIDRATI ed infine DIABETE. Gli zuccheri introdotti in quantità eccessiva con una dieta non adeguata se non consumati vengono rapidamente convertiti in grassi tramite l’azione dell’ INSULINA prodotta in maniera non regolata.

Questo processo viene definito LIPOGENESI e porta ad accumulo di grasso ed AUMENTO DEL TESSUTO ADIPOSO.

Da quì l’esigenza di CONOSCERE la giusta QUANTITA’ INDIVIDUALE ED IL TIPO di Carboidrati da assumere giornalmente, per prevenire l’insorgenza di tali disturbi e RIDURRE L’ACCUMULO DI GRASSO CORPOREO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here